Cerca
  • Marina

Ravioli ricotta e spinaci

Buongiorno amici!


Come promesso, oggi non parliamo di dolci.. bensì di ravioli!

A Natale Francesco mi ha regalato una bellissima macchina per fare la pasta in casa: è sempre stato un mio sogno imparare a fare la pasta fresca (nelle mie zone si usa ancora in moltissime famiglie!) e allora negli ultimi mesi ho fatto alcuni esperimenti.


In Piemonte quando entri in un ristorante, tra i primi piatti sul menù trovi sicuramente un buon piatto di agnolotti: un tipo di pasta fresca dalla forma squadrata, rigorosamente fatta con ripieno di carne e condita col sugo della carne stessa.

Oggi però vi propongo dei ravioli con uno dei ripieni più classici e semplici, spinaci e ricotta!



Può sembrare una preparazione lunga e complessa.

Purtroppo in molte case si è persa la tradizione di fare la pasta fresca, e ciò che non si conosce spesso spaventa.

Ecco, io vi assicuro che non dovete aver paura!


Per la pasta in sè basta che abbiate delle uova fresche e un po' di farina. Mentre riposa preparate il ripieno. Se vi munite di alcuni importanti strumenti come la macchina per stenderla e uno stampo per ravioli, allora in mezza mattinata avrete preparato un primo piatto super buono.

Per stendere la pasta ho utilizzato questa macchinetta, mentre per formare i ravioli questo fantastico stampo della Tescoma (se non avete lo stampo potete tranquillamente munirvi di una rotella per tagliare la pasta e chiuderli a mano).


Ecco la ricetta.


Ingredienti

(dosi per 6 persone)


Per la pasta fresca

  • 400g farina 00

  • 4 uova

Per il ripieno

  • 500g spinaci

  • 250g ricotta (ben sgocciolata!)

  • 50g parmigiano

  • noce moscata

  • sale



Iniziamo facendo la pasta: versate la farina sul piano di lavoro, formate una fontana con le mani e versate al suo interno le 4 uova (come in foto). Con una forchetta iniziate a mescolare le uova e pian piano integrate la farina. Una volta assorbita tutta la farina impastate col palmo della mano per almeno 10 minuti. Può essere un po' faticoso, magari fatevi dare il cambio se potete. Comunque non importa se non otterrete una palla perfettamente liscia, tutto si sistemerà con il riposo. Una volta ottenuta la palla, avvolgetela con della pellicola (chiudete bene per non far entrare aria!) e lasciate riposare a temperatura ambiente per 1 ora.


Intanto che riposa prepariamo il ripieno: bollite gli spinaci per 10 minuti in poca acqua salata, poi scolateli e una volta tiepidi strizzateli per bene. Questo è molto importante: il ripieno deve essere il più asciutto possibile, assicuratevi che i vostri spinaci abbiano perso tutta l'acqua. Ripassateli in padella con un po' di olio e poi tritateli finemente con un coltello.

Metteteli in una ciotola e mescolateli insieme alla ricotta, parmigiano e noce moscata a piacere.


Prendete il panetto di pasta e dividetelo in 4 pezzi. Prendete un pezzo (gli altri 3 lasciateli nella pellicola, ben chiusi), infarinatelo, iniziate a stenderlo col matterello per il lungo e poi continuate con la macchina: iniziate con il numero più basso, per esempio dal 2, e poi aumentate gradualmente fino al numero 7.



Posizionate metà sfoglia sullo stampo, con le dita pigiate leggermente dove ci sono i buchi per formare lo spazio per il ripieno. Ora io ogni buco mettete poco meno di un cucchiaino di ripieno. Posizionate l'altra metà della sfoglia sopra quella col ripieno e passateci sopra il matterello 2/3 volte, pigiando bene per chiudere i ravioli. Rigirate lo stampo e staccate delicatamente i ravioli.

Infarinate una parte del vostro tavolo e posizionatevi i ravioli, coprendoli poi con un canovaccio.

Fate lo stesso procedimento con gli altri 3 pezzi di pasta fresca. Otterrete così una teglia di ravioli.


Dovranno poi cuocere in acqua salata per circa 7/10 minuti, in base ai vostri gusti. Una volta buttati in acqua abbassate leggermente la fiamma sennò rischiano di rompersi.

Io ho utilizzato un classico sugo con burro e salvia per condirli.


Note


  1. Il ripieno deve essere il più asciutto possibile sennò rischia di bagnare troppo la pasta che poi si potrebbe rompere in cottura: strizzate più volte gli spinaci e se il tutto risulta ancora un po' liquido aggiungete parmigiano.

  2. Se non avete lo stampo per formare i ravioli potete utilizzare una rotella per tagliare la pasta, assicurandovi però di aver chiuso bene i bordi con le mani facendo uscire tutta l'aria dall'interno del raviolo.

  3. Metodo di conservazione: se li fate al mattino e li mangiate a cena conservateli in una teglia ben infarinata coperti con un canovaccio. Se invece li volete mangiare più avanti potete tranquillamente surgelarli: infarinateli prima per bene e poi metteteli in un sacchetto da frizer.


Buon appetito,

Marina.

21 visualizzazioni

© 2019 by Un'altra Grande Idea. Proudly created with Wix.com